1938 CALL X POSTERS

Comunicazione visiva veicolo di una cultura democratica e civile

Quando ci è stato proposto dallIsrec di essere partner del progetto “1938: razzisti per legge”, che ha coinvolto anche il Comune di Bergamo, l’idea che Aiap – Delegazione Lombardia potesse sviluppare e sovrintendere una Call x posters ci ha subito interessato.

Sapere che i poster selezionati sarebbero stati affissi in più di 150 postazioni sparse per la città, pubblicati in un catalogo e ospitati in una mostra, ha reso evidente l’importanza e la portata dell’iniziativa.

 

Tra tutti i mezzi di comunicazione il poster è sicuramente
il più adatto a parlare di un argomento così straordinariamente delicato. A differenza dei nuovi canali di comunicazione, immediati ma troppo veloci, il poster, fermo sui muri, racconta con lentezza lasciando spazio alla riflessione.
Il poster è lo strumento di comunicazione che più si relaziona con il territorio e la gente che lo vive. Raggiunge chiunque trasformandosi in un tramite capace di promuovere una cultura democratica e civile.

 

La call ha chiesto a professionisti e studenti lombardi di sviluppare il tema indicato nel bando lasciando ampia libertà di espressione, richiedendo come unico vincolo l’utilizzo di una frase, a scelta tra “È avvenuto contro ogni previsione”
di Primo Levi e “Deliri che tutti sembravano accettare”
di Aldo Zargani, oppure la sola data “1938”.
La giuria ha selezionato tra le numerose proposte ricevute dieci poster, sei disegnati da professionisti e quattro da studenti.

 

Gli autori selezionati sono per la categoria professionisti:

Paolo Baraldi

Alberto Biffi

Francesco Dondina

Fabrizio Falcone

Marco Pea

Rossella Roncaia

 

Gli studenti selezionati:

Viviana Azzolari + Alessia Salvetti

Chiara Cosio

Matteo Sacchi

Martina Mazzola

 

Ci auguriamo che i poster, pubblicati in un catalogo, affissi per la vie cittadine e ospitati nella mostra “1938: razzisti per legge” – allestita nei suggestivi spazi dell’ex chiesa della Maddalena a Bergamo – contribuiscano ad animare un dibattito costruttivo su questo argomento sempre attuale.

 

Aiap – Delegazione Lombardia crede che la comunicazione visiva, progettata con criterio e qualità, possa diffondere civiltà e per questo speriamo che iniziative simili possano diffondersi e moltiplicarsi, coinvolgendo l’intero territorio nazionale.

 

 

LE AFFISSIONI

I manifesti hanno invaso le strade del Comune di Bergamo, sono stati affissi in 37 location diverse dal 16 gennaio al 25 febbraio.

 

LA MOSTRA

La mostra si è tenuta negli spazi della ex chiesa della Maddalena a Bergamo, dal 28 gennaio al 25 febbraio.

 

IL CATALOGO

Il catalogo della call x posters pubblicato dalla casa editrice Il Filo di Arianna è acquistabile presso la libreria AIAP, in via Ponchielli 3 a Milano, oppure online a questo link http://www.aiap.it/libreria.php?ID=9966.

 

I MANIFESTI

 

Paolo Baraldi

 

Alberto Biffi

 

Francesco Dondina

 

Fabrizio Falcone

 

Marco Pea

 

Rossella Roncaia

 

Gli studenti

 

Viviana Azzolari + Alessia Salvetti

 

Chiara Cosio

 

Matteo Sacchi

 

Martina Mazzola